• Mer. Mag 22nd, 2024

– Abstract –

Una riflessione per il futuro di Assisi, non può che partire dalla recente pandemia difronte alla quale

la comunità intera dovrà unirsi e per la quale la prossima Amministrazione Comunale avrà una responsabilità ancora più grande di quelle passate.

Urbanistica e ambiente. Una delle prime sfide da affrontare sarà quella della salvaguardia dell’ambiente. In ossequio all’insegnamento francescano, la città dovrà dotarsi di infrastrutture che permettano una riduzione dei consumi come un hub nella zona industriale deputato alla raccolta, allo stoccaggio e alla consegna delle merci h 24 con mezzi elettrici.

Cultura e turismo. Saranno da valorizzare i luoghi francescani, la Rocca Maggiore e l’Assisi Romana, il Monte Subasio e le attività sportive che vi si praticano, i Castelli e le eccellenze enogastronomiche come l’olio ed Unto, manifestazione che ne esalta pregio e qualità. Si dovranno incentivare importanti eventi come il Cortile di Francesco e sostenere istituzioni culturali come l’Accademia Properziana del Subasio e la società di Studi Francescani ed è “comunicazione” la parola chiave dell’affluenza turistica.

Società. Lo spopolamento del centro storico va contenuto con una politica di “defiscalizzazione” degli immobili, una mobilità alternativa e con il rientro di servizi pubblici.

La crisi economica dovuta al Covid si può fronteggiare non solo attraverso forme assistenzialiste, ma anche con la creazione di lavoro come il progetto sulla mobilità alternativa o lo sviluppo del servizio ai più deboli di cui l’Istituto Serafico è chiaro esempio.

La città natale di San Francesco e tutti i grandi uomini che dopo di lui qui sono nati o hanno lasciato grandi testimonianze, Metastasio, Federico II, Giotto, Goethe, Joergensen, Fortini, ci chiamano ad una responsabilità immensa: loro hanno guardato al futuro e spinto l’umanità a traguardi inaspettati.

A noi, sul loro insegnamento, spetta il compito di continuare a volgere lo sguardo verso il domani. La nostra sfida difficile e straordinaria è imparare da loro a guardare al domani senza timore e integrare il futuro con la loro straordinaria eredità.

Scarica qui sotto l’articolo completo in pdf

Leonardo Paoletti

Coordinatore Forza Italia Progetto Assisi